SBANDIERATORI DEI BORGHI E SESTIERI FIORENTINI

Il Gruppo "Sbandieratori dei Borghi e Sestieri Fiorentini" con lo spettacolo dell'esibizione dei suoi componenti realizza la rievocazione storica di alcuni aspetti della vita militare del Medioevo e dell'Umanesimo e mostra i risultati di un'antica disciplina e di un'austera arte marziale: si muovono in campo alfieri, tamburi e trombe, mentre i capitani accompagnano lo stendardo. La presenza della bandiera tra le truppe comunali era il segno dell'orgoglio cittadino ed esprimeva un'esigenza tattica, come punto di riferimento durante il combattimento. Lo scambio e il movimento delle bandiere ricorda il momento del pericolo, quando si deve evitare che il nemico se ne impadronisca. Anche se l'alfiere può essere sopraffatto, la bandiera deve essere salva. Di tutto questo oggi è rimasto l'aspetto estetico e lo spettacolo, che determinano un'atmosfera di festa di cui è protagonista una gioventù che è marziale senza durezza, elegante, nobile e forte, salda e vibrante. Nei  Borghi e Sestieri Fiorentini rievocare il passato costituisce un modo di conoscere se stessi nel presente seguendo i valori di: impegno, senso civico, esercizio atletico, disciplina, volontà e decisione negli obiettivi, sacrificio, lavoro individuale e di gruppo e, soprattutto, fiducia nella vita e spirito di concordia.

Il gruppo nasce a Figline  Valdarno nel 1965 dalla volontà di alcuni giovani appassionati e sin dalla sua fondazione ha preso parte a celebrazioni di importanza nazionale ed internazionale in tutto il mondo, portando la tradizione toscana in tutto il mondo: si ricordano la Cerimonia di Apertura dei Mondiali di Calcio del 1974, il Military Tattoo di Edimburgo e in ambito nazionale la partecipazione alla Partita a Scacchi Viventi di Marostica

Il Gruppo è in grado di disporre di un collettivo composto da trenta persone operanti in costume, suddivisi in labaro, capitani, tamburi, chiarine e sbandieratori ,che può essere ridotto, a seconda delle esigenze fino a raggiungere una base minima di cinque persone (un musico quattro sbandieratori) che garantisce ugualmente una sicura spettacolarità e conserva intatte le proprie prerogative di aderenza alla tradizione storica fiorentina, con una scuola di bandiera che rende ancora attuale l'antica tradizione dello sbandieramento militare: è un orgoglio per il Gruppo utilizzare ancora le aste di legno lavorate artigianalmente con contrappeso in ferro e drappi rigorosamente ricamati. Da una tale disponibilità di base le possibilità del Gruppo si evolvono in innumerevoli combinazioni con il crescere del numero dei figuranti nello spettacolo: si passa alle sei persone, alle otto, dodici e via dicendo fino alla partecipazione in blocco del Gruppo. Diventa possibile allora offrire una eccellente coreografia ed un caratteristico accompagnamento di strumenti musicali a fiato che riproducono motivi recuperati dalla storia medioevale e rinascimentale toscana. L'esibizione si conclude con la rappresentazione della celebrazione della Vittoria, che consiste nell'intrecciarsi delle traiettorie delle bandiere in uno svolazzo preciso e multicolore scandito dai tempi indicati dai tamburi e dalle trombe.

 

Il Gruppo è disponibile per esibirsi in feste tradizionali, manifestazioni pubbliche (parate, cortei storici, eventi istituzionali, manifestazioni sportive) ed eventi privati (matrimoni, banchetti, convegni, occasioni conviviali), sia in Italia che all'estero con componenti variabili a seconda delle esigenze.

Nome Associazione
A.S.D. SBANDIERATORI DEI BORGHI E SESTIERI FIORENTINI
Indirizzo
Piazza Salvo d'Acquisto, 53
Città
Figline e Incisa Valdarno (FI)
Presidente
Stefano Torricelli
Telefono
055 5257777
Email
info@sbandieratori.it

Contatta l'associazione